Feste e sagre

La festa è espressione gioiosa di una comunità. Incontriamo feste patronali, processioni e usanze caratteristiche di ogni borgo. 

Video

  • Consonno. Milva, i Profeti e i Dik Dik

    Carmen Milani ricorda il periodo d'oro della Consonno degli anni '60: concerti, discoteche, feste...con la partecipazione di prestigiosi esponenti musicali dell'epoca. Riporta anche il suo personale ricordo del conte Mario Bagno, l'artefice dell'ambizioso progetto.

  • San Michele. Com'era la sagra?

    La Sagra di San Michele, con una tradizione centenaria interrotta negli anni 50 per riprendere solo recentemente, risveglia ricordi vivi in chi l'ha vissuta e ne rievoca il clima festoso.

  • Camporeso. La religiosità

    La preghiera quotidiana e domenicale erano un elemento importante della vita quotidiana a Camporeso. Una volta all'anno, Camporeso accoglieva i fedeli in occasione della festa dei Santi Angeli Custodi il 2 ottobre, aprendo e provvedendo alla sistemazione della piccola chiesa.

  • Aizurro. La processione con le comparse

    Per dare solennità alla processione in un paese con pochi abitanti, ci son parroci disposti a reclutare comparse da altre parrocchie...

  • Aizurro. I milanesi di Aizurro

    I villeggianti, che da Milano venivano ad Aizurro nella stagione estiva, hanno contribuito non poco a vivacizzare la vita del paese, organizzando gare e eventi che coinvolgevano piacevolmente anche gli abitanti.

  • Olgiate Vecchia. Pasquetta sotto l'ombrellino

    Luigi Redaelli racconta della tradizionale scampagnata che le famiglie erano solite fare su una collina sopra il nucleo storico di Olgiate. Le uova colorate, i giochi all'aperto, riempivano questa giornata che si passava intorno a un capanno con una copertura ad ombrello.

  • Giovenzana. In villeggiatura a Giovenzana?

    A Giovenzana si andava a prendere l'aria buona: un turismo estivo, familiare, proveniente dalla Brianza a dal milanese, sceglieva Giovenzana come meta fino a pochi decenni fa, trasformando gli abitanti in affittacamere e vivacizzando la vita estiva del borgo.

  • Luigi rocca. La balutera

    Luigi Rocca racconta del popolare gioco che i firunatt proponevano nei giorni delle fiere, girando nelle osterie di paese e invogliando le persone a tentare di vincere il firòn, invece che comprarlo. Suo padre amava ripetergli che con la balutera, aveva cresciuto tre figli...

-1

IL TUO CONTRIBUTO
ALLA NUVOLA!


La Nuvola di borghiparlanti.it è la carta della community del progetto.

Puoi contribuire anche tu con un'immagine, un ricordo, una suggestione.

Inserisci la tua mail e posiziona il tuo contributo spostando il marker sulla mappa.

Tieni d'occhio la NUVOLA per vedere quando il tuo commento sarà pubblicato!