San Michele

La singolare sagoma della chiesa senza tetto emerge tra i boschi del versante orientale del Barro.
Nei prati intorno, per secoli, centinaia di persone si sono date appuntamento per la Sagra di settembre dedicata al Santo.

Gli Aneddoti

  • San Michele. Chi ha restaurato la cappellina?

    La cappellina di S.Anna in località San Michele è stata oggetto di un restauro che ha coinvolto la comunità locale e non solo; una testimonianza del legame profondo tra i luoghi e chi li abita.

  • San Michele. Com'era la sagra?

    La Sagra di San Michele, con una tradizione centenaria interrotta negli anni 50 per riprendere solo recentemente, risveglia ricordi vivi in chi l'ha vissuta e ne rievoca il clima festoso.

  • San Michele. Dove si prendeva l'acqua?

    Luigi Borghetti racconta che delle sorgenti che alimentavano fino a pochi decenni fa San Michele e il circondario resta solo quella che alimenta il lavatoio, mentre Giovanni Corbetta ricorda come, da bambino, aveva il compito di scendere a prendere l'acqua fresca per chi lavorava sui prati scoscesi vicino alla cima del Monte Barro

  • San Michele. Chi viveva a San Michele?

    Luigi Borghetti rievoca i nomi delle famiglie che abitavano a San Michele nel dopoguerra e ci aiuta a ricostruire la vita di allora nel borgo

  • San Michele. Con quali uve si faceva il vino?

    Giovanni Corbetta ricorda quali tipi di uva venivano coltivati attorno a San Michele e come si faceva il vino.

  • San Michele. Perché la chiesa non ha il tetto?

    La Chiesa di San Michele, incompiuta, oggi si presenta senza copertura. Ma Giovanni Corbetta si ricorda del tetto di legno e dei racconti di suo padre su un gran signore con grandi progetti per il borgo.

  • San Michele. Far fieno col nonno

    Egidio Riva racconta una sua giornata di bambino, dal mattino con il latte caldo portato al papà e al nonno, fino al pomeriggio, con il fieno portato a spalla, insieme al nonno, da San Michele alle Torrette di Pescate

5

IL TUO CONTRIBUTO
ALLA NUVOLA!


La Nuvola di borghiparlanti.it è la carta della community del progetto.

Puoi contribuire anche tu con un'immagine, un ricordo, una suggestione.

Inserisci la tua mail e posiziona il tuo contributo spostando il marker sulla mappa.

Tieni d'occhio la NUVOLA per vedere quando il tuo commento sarà pubblicato!